Archivi categoria: Notizie

Oltre la fede

Torno a parlare nuovamente del Ciborio, a cui sono collegati fatti accaduti in paese nel lontano 1896, come portato a nostra conoscenza dal professor Lucci sul “Banditore di Amelia” del mese di marzo 2016. Credo farà piacere ai miei paesani conoscere un particolare inedito di quella vicenda. Attingo ai ricordi e alla memoria inossidabile di Quinto Angeluzzi (1930), quando ancora fanciullo conobbe Abele Rinaldi (1867-1952) uno dei caporioni che con altri si ribellò al trasferimento del Ciborio ad Orvieto. È un fatto che Abele gli ha raccontato più volte non per vanteria, ma soltanto per puro orgoglio e fierezza paesana. Così Quinto ricorda con ferrea memoria le sue parole: “Eramo più d’uno e quanno emo visto ‘l carro cò le manze che stea pronto su la strae de’ borgo e ‘l Ciborio che stea a scappà da la porta de la chiesa, al prete (don Ulisse Pini di Alviano) j’emo detto: “Dò annate? arimettetelo dò stea e stete accorti, perché si lo spizzate, ve spizzamo la capoccia”.

Continua a leggere

Susanna si è laureata!

Susanna Forti si è laureata oggi in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano, discutendo una tesi intitolata: “Sicurezza e libertà nelle democrazie europee: il caso dell’Olanda”. Relatore il professor Damiano Palano.
Congratulazioni e auguri da parte di tutta la comunità di Porchiano del Monte!

“Sentieri Bui” a Porchiano del Monte

Fa tappa anche a Porchiano, nella bella cornice del Sentiero di Palliccio, l’edizione 2018 di Sentieri Bui, la rassegna letteraria dedicata ai generi noir, thriller e giallo, organizzata dalla libreria Il Gorilla e l’Alligatore di Orte. La seconda delle tre giornate previste, infatti, prevede una passeggiata con gli autori e i lettori lungo il Sentiero, alla quale farà seguito presso la Foresteria la presentazione dei romanzi La pattinatrice sul mare di Paolo Foschi (Perrone) e Stagione di cenere di Pasquale Ruju (edizioni E/O). In chiusura piccolo rinfresco al tramonto. La partecipazione è gratuita.

Puliamo il bosco a Porchiano

Il Circolo Legambiente dell’Amerino organizza per domenica 26 agosto una passeggiata ecologica nei boschi intorno a Porchiano per ripulirli dai rifiuti.

Tutti i cittadini di buona volontà sono invitati a portare il loro contributo: si consigliano scarpe comode e abiti da lavoro!

Appuntamento alle ore nove davanti alla biglietteria dell’Art Fall Festival (nei pressi del campo sportivo).

Concerti d’estate a Porchiano del Monte

Agosto pieno di musica a Porchiano del Monte, con artisti di grande interesse.

Si comincia con la settima edizione del Beerockfest:

  • Giovedì 16 agosto concerto di Simone Gamberi. Vincitore alla fine dell’anno scorso del contest “Dallo stornello al rap”, con il brano “Il Matto“.
  • Venerdì 17 agosto è la volta dei Punkreas, gruppo punk lombardo attivo da molti anni (indimenticabile “Aca toro“).
  • Sabato 18 agosto si esibiranno The Clan, gruppo di Folk n Roll, con il nuovo disco “Here to stay”, da cui è tratto “Wayfaring Stranger“.

Nei tre giorni della manifestazione sarà presente dalle diciannove e trenta un fornitissimo stand gastronomico e ogni serata sarà conclusa dal DJ set Il Canile.

Si prosegue poi con ArtFall Festival, che quest’anno per la prima volta trova un’ottima location nei grandi prati intorno al Parco Mattia. La kermesse, dedicata ad arte, musica e teatro, proporrà tra le altre cose questi concerti:

Per tutti gli approfondimenti e gli aggiornamenti delle due manifestazioni, si rimanda ai rispettivi link.

Un’estate in musica da non perdere, a Porchiano del Monte. Non mancate! (MP)

I bambini e le bambine Saharawi a Porchiano del Monte

Un gruppo di una decina di bambini e bambine Saharawi ha trascorso ieri con alcuni accompagnatori una giornata spensierata presso la Foresteria del Sentiero di Palliccio, nella campagna di Porchiano del Monte.

La finalità del programma “Piccoli Ambasciatori di Pace” è di realizzare sul territorio nazionale italiano l’accoglienza estiva di bambini e bambine provenienti dai campi profughi Saharawi e permettere loro di essere testimoni della causa del proprio popolo.

Durante il periodo di permanenza, con i loro accompagnatori, vengono tra le altre cose sottoposti ad un accurato controllo del loro stato di salute.
Il soggiorno estivo sta avvenendo presso strutture di accoglienza di diversi comuni del Lazio.

I Saharawi vivono dal 1975 divisi tra i territori occupati dal Marocco e i campi profugi di Tindouf (Algeria). Nel 1982 il Marocco ha iniziato la costruzione di un muro di sabbia di più di di duemila km renendolo zona militare con bunker, fossati e campi minati, con l’obiettivo di proteggere il territorio occupato.

Nei giorni scorsi i bambini e le bambine sono stati ricevuti dalla Regione Lazio e dalla Camera dei Deputati, dove hanno incontrato il presidente Fico.

sentierodipalliccio.blogspot.com

www.facebook.com/sentierodipalliccio