Concerti d’estate a Porchiano del Monte

Agosto pieno di musica a Porchiano del Monte, con artisti di grande interesse.

Si comincia con la settima edizione del Beerockfest:

  • Giovedì 16 agosto concerto di Simone Gamberi. Vincitore alla fine dell’anno scorso del contest “Dallo stornello al rap”, con il brano “Il Matto“.
  • Venerdì 17 agosto è la volta dei Punkreas, gruppo punk lombardo attivo da molti anni (indimenticabile “Aca toro“).
  • Sabato 18 agosto si esibiranno The Clan, gruppo di Folk n Roll, con il nuovo disco “Here to stay”, da cui è tratto “Wayfaring Stranger“.

Nei tre giorni della manifestazione sarà presente dalle diciannove e trenta un fornitissimo stand gastronomico e ogni serata sarà conclusa dal DJ set Il Canile.

Si prosegue poi con ArtFall Festival, che quest’anno per la prima volta trova un’ottima location nei grandi prati intorno al Parco Mattia. La kermesse, dedicata ad arte, musica e teatro, proporrà tra le altre cose questi concerti:

Per tutti gli approfondimenti e gli aggiornamenti delle due manifestazioni, si rimanda ai rispettivi link.

Un’estate in musica da non perdere, a Porchiano del Monte. Non mancate! (MP)

I bambini e le bambine Saharawi a Porchiano del Monte

Un gruppo di una decina di bambini e bambine Saharawi ha trascorso ieri con alcuni accompagnatori una giornata spensierata presso la Foresteria del Sentiero di Palliccio, nella campagna di Porchiano del Monte.

La finalità del programma “Piccoli Ambasciatori di Pace” è di realizzare sul territorio nazionale italiano l’accoglienza estiva di bambini e bambine provenienti dai campi profughi Saharawi e permettere loro di essere testimoni della causa del proprio popolo.

Durante il periodo di permanenza, con i loro accompagnatori, vengono tra le altre cose sottoposti ad un accurato controllo del loro stato di salute.
Il soggiorno estivo sta avvenendo presso strutture di accoglienza di diversi comuni del Lazio.

I Saharawi vivono dal 1975 divisi tra i territori occupati dal Marocco e i campi profugi di Tindouf (Algeria). Nel 1982 il Marocco ha iniziato la costruzione di un muro di sabbia di più di di duemila km renendolo zona militare con bunker, fossati e campi minati, con l’obiettivo di proteggere il territorio occupato.

Nei giorni scorsi i bambini e le bambine sono stati ricevuti dalla Regione Lazio e dalla Camera dei Deputati, dove hanno incontrato il presidente Fico.

sentierodipalliccio.blogspot.com

www.facebook.com/sentierodipalliccio

 

Festa di Santa Cristina – Luglio 2018

Ecco il programma civile e religioso della festa di luglio di quest’anno.

Sabato 21 luglio

  • Ore 20.00 Apertura stand gastronomico presso il Parco Mattia, con pizza ed altre specialità.
  • Ore 22.00 Belli e Ribelli in concerto.

Domenica 22 luglio

  • Dalle ore 18.00 “Festa intorno alle mura”: musica, danze popolari e street food.
  • Ore 18.00 In piazza III Novembre, il gruppo folkloristico “Li Pista Coppi” aprirà la serata in piazza e si muoverà intorno alle mura facendo da cornice all’apertura del percorso gastronomico.
  • Dalle ore 19.00 Diamonds of Dust – I pipinari; Piano Bar con Luca e Monica; Live Music con Daje Gas Trio + Banda del Secchio.
  • Ore 24.00 Estrazione lotteria.

Lunedì 23 luglio

  • Ore 21.30 Cinema sotto le stelle: proiezione di un film nella piazzetta sopra la vecchia fontana.

Martedì 24 luglio

  • Ore 17.00 Concerto della Banda Musicale della Teverina, in piazzetta San Simeone.
  • Ore 18.00 Santa Messa presso la Chiesa Parrocchiale, a cui farà seguito la processione accompagnata dalla Banda Musicale della Teverina.
  • Ore 20.00 Cresciola tipica porchianese presso il piazzale antistante Villa Serena.

La beneficenza

Roberto A. e Ivana B. sono due simpatici sposi con alle spalle oltre sesssanta anni di vita coniugale.
Abitano in Porchiano presso il Poggio dell’Ara, antica denominazione del luogo, attribuita prima ancora che facesse parte dell’urbanizzazione. In tempo passato era luogo frequentato dai paesani, perché il leggero venticello che spesso vi spirava permetteva di ben utilizzare la “gijara”: setaccio che, manovrato ad arte, consentiva di separare dalla pula i ceci e i chicchi di grano.
La loro abitazione, che è a ridosso del bosco, consente di osservare con facilità la vita della fauna che abita o frequenta la macchia sottostante. Dalle finestre di casa, era molto tempo che Roberto osservava con curiosità il passaggio di una vecchia volpe, magra e malandata. Considerando che in zona i pollai sono inespugnabili, perché ben protetti, probabilmente la poveretta si spingeva a tanto, alla disperata ricerca di qualche occasionale rimasuglio, frutto del nostro disordinato consumismo.
Roberto, preso a compassione da tanta magrezza e temerarietà, dalla cucina prese un pollo già pronto per essere infilato allo spiedo e lo mise sul sentiero che ogni sera, quasi sempre alla stessa ora, l’animale percorreva abitualmente nel suo giro di ispezione.
Per molte sere dopo, forse appagata da tanta insperata fortuna o imbarazzata dalla grande abbuffata, la volpe non si fece più vedere.
Invece seriamente preoccupata e in nervosa agitazione era la signora Ivana, che non si capacitava del come e perché il pollo fosse sparito.
Dopo tante ricerche fatte, in lungo e in largo e in ogni angolo della casa, spinta anche dalla curiosità, non certo dalla rassegnazione, pensò come ultima possibilità di chiederne qualcosa a Roberto:

– Ma… Robé… per caso hai visto dove ho messo il pollo che ho pulito? Non lo trovo più e non so che fine ha fatto…

– A proposito Iva’… nun te l’ho detto, ma… l’ho dato in beneficenza.

– Oh santo cielo, e a chi lo hai dato mai?

– L’ho dato alla gorbe, che tutte le sere passa sotto casa nostra, pora bestia! Vedessi comm’era conciata… m’ha fatto tanta pena, pora bestia… Era secca e stillita comme ‘n chiodo, sarà stato quarche mese che nun se sdiggiunaa!

– A Robé… ma te… si’ tutto matto; j’hai dato proprio quello che era tutto bello, pulito e spennato? Almeno potei dajene un altro da spenna’… che quella nun cià da fa’ niente.

– Senti Iva’… ma che male c’è? la beneficenza… o se fa per bene… o nun se fa per niente… sinnò che beneficenza è?

Il principio morale di Roberto non fa una grinza, così come le osservazioni di Ivana. E la volpe?
A riguardo non è possibile sapere il suo pensiero… forse avrebbe preferito e gustato spennare il pollo da sola?

(Articolo di Aldo Perelli, pubblicato su Il Banditore di Amelia di giugno 2018, trascritto da Marcello Paolocci)

Oggi sposi!

Congratulazioni e auguri da parte di tutta la comunità di Porchiano del Monte!

Contenitore per batterie esauste

Non tutti sanno che una pila, quando non ha più carica sufficiente per far funzionare una apparecchiatura ad alto assorbimento di energia come una macchina fotografica, è spesso in grado di far funzionare ancora a lungo uno che ne richieda poca, come un telecomando o una sveglia.
Pare che in media le batterie quando vengono gettate contengano ancora il quaranta per cento della loro energia!
Ma quando proprio non ci servono più, è obbligatorio smaltirle in modo corretto.
A Porchiano, sotto alle mura, c’è il nuovo contenitore per la raccolta differenziata delle batterie. Usiamolo! (MP)