Archivi tag: Santa Cristina

Porchiano, luogo del silenzio

I luoghi del silenzio è un bel sito curato da Silvio Sorcini, Alberto Monti e Raimondo Fugnoli, che ha lo scopo di mostrare i luoghi meno conosciuti dell’Umbria, delle Marche e delle regioni limitrofe. Alcuni di essi sono proprio dei tesori nascosti, altri sono invece più noti e visitati. Si parla di paesi, di castelli, di chiese, di abbazie, di luoghi comunque interessanti, lì dove il rischio è quello che il tempo e l’incuria ne possano disperdere l’immenso valore.
Fra questi luoghi bellissimi, non potevano mancare Porchiano del Monte e alcune delle sue chiesette. Gli articoli che li descrivono, sono corredati da stupende fotografie. Un sito da visitare per conoscere alcune perle del nostre territorio, per poi venirle direttamente a visitare. Porchiano, è infatti una splendida meta per le vostre vacanze.

Ecco alcuni link diretti, consigliando però la visione di tutto il sito:

Porchiano del Monte

San Simeone

Santissima Trinità

Santa Cristina

Sant’Antimo

Sottoscrizione volontaria: i numeri estratti

Domenica 24 luglio 2016, al termine dei festeggiamenti in onore di Santa Cristina, sono stati estratti i biglietti vincenti della sottoscrizione volontaria. Eccoli:

  • 1755 (condizionatore portatile)
  • 136 (monitor tv)
  • 1881 (prosciutto)
  • 143 (ventilatore)
  • 782 (buono cena)
  • 128 (buono spesa)
  • 123 (tagliacapelli elettrico)
  • 1417 (caffettiera)
  • 1965 (telo mare)

 

Programma religioso della Festa di Santa Cristina luglio 2016

  • Giovedì 21 luglio: incontri di preghiera.
  • Venerdì 22 luglio: incontri di preghiera.
  • Sabato 23 luglio: ore 18.00, Santa Messa in onore di Santa Cristina, con confessioni e preghiere.
  • Domenica 24 luglio: ore 10.30, Santa Messa alla Chiesa della Santa, celebrata da monsignor Antonino De Santis; ore 18.00 Santa Messa cantata e processione.

Festa di Santa Cristina luglio 2016

La Pro-Loco Porchiano del Monte informa che, per la mancata disponibilità del Centro C.I.R.P. e per ragioni burocratiche legate alle vincolanti restrizioni regionali in materia di sagre e feste popolari, la festa patronale di Santa Cristina non si potrà realizzare in paese come negli scorsi anni. Nonostante questo, ci siamo impegnati a mantenere l’alto livello qualitativo di artisti, abbiamo dedicato una giornata ai più piccoli e, come di consueto, la banda musicale della Teverina accompagnerà la processione di domenica 24 luglio ed eseguirà il concerto al termine dell’adorazione della Santa.

Per ragioni logistiche e pratiche, la festa si svolgerà presso il Parco Mattia Giurelli con il seguente calendario:

  • Venerdì 22 luglio: stand gastronomico e musica con i Daje Gas.
  • Sabato 23 luglio: presso l’area ex scuole dalle ore 17.30 alle ore 20.30 gonfiabili, zucchero filato, trucca bimbi, baby dance, gadget e palloncini per tutti, rigorosamente gratis; la serata continuerà con lo stand gastronomico al Parco Mattia e la grande Orchestra Vincenzi.
  • Domenica 24 luglio: alle ore 18.00 processione accompagnata dalle note della banda musicale Teverina con concerto finale e serata al Parco Mattia con stand gastronomico e l’orchestra di William Pasini; alle ore 23.00 estrazione della sottoscrizione volontaria.

Il Consiglio della Pro-Loco è sempre stato convinto che la festa patronale deve svolgersi in paese; per questo ci impegneremo a trovare una soluzione che ci consenta di riportare i festeggiamenti in paese. Sappiamo che molte persone sono rimaste deluse dalla scelta che questo Consiglio si è trovato a fare suo malgrado. Comprendiamo il disappunto, ma siamo comunque convinti di aver realizzato al meglio i festeggiamenti patronali.

Vi aspettiamo dunque al Parco Mattia Giurelli per godere dei grandi appuntamenti musicali e al piazzale ex scuola con i vostri bambini per godere di un momento tutto per loro.

Il presidente, Sergio Pera.

La Messa a Sant’Antimo

Come da programma, nell’ambito della Festa di Santa Cristina lunedì scorso è stata celebrata da don Mario Santini una messa nella chiesetta di Sant’Antimo, in vocabolo Bonello. Ecco alcune foto della giornata, realizzate da Sergio Pera.

Inaugurazione edicola di Santa Cristina: il discorso di Luciano Renzi

Siamo qui per consegnare alla comunità porchianese un simbolo della nostra storia comune. Fino a qualche anno fa, questo tronco era parte di un albero ultracentenario che, insieme ad altri, si ergeva come colonna d’ingresso al bosco di Santa Cristina.
Credo che per ognuno di noi il bosco sia stato il luogo della spensieratezza, del gioco, dell’aggregazione, e abbia raccolto e silenziosamente custodito le nostre emozioni più profonde.
Le leggende popolari e in generale il carattere mitico attribuito ai boschi hanno conferito a queste piante una sorta di sacralità alimentata dalla grande devozione a Santa Cristina.
E’ per conservare questa sacralità che un gruppo di persone si è attivato per portare a termine questo progetto: una semplice edicola che possa custodire la porzione di tronco e renderla visibile.
Ognuno, a seconda della propria sensibilità, potrà attribuirle il significato che gli sarà dettato dal proprio vissuto, dai ricordi, dalle emozioni. La comunità avrà a disposizione un segno in più nel quale riconoscersi per continuare a costruire quella coesione sociale che è alla base di ogni vita comunitaria.
A questo punto mi sembra doveroso ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa edicola, ad iniziare da Francesco Cucco che si è occupato dell’abbattimento dell’albero e che, volendo testimoniare la difficoltà dell’impresa, data la notevole circonferenza del tronco, ha scattato delle foto; proprio in una di queste ha percepito una sorta di immagine, e questa scoperta ha dato il via a questa impresa di recupero e custodia del tronco stesso. Ringrazio inoltre Luciano Ghersi, Amos Mengoni, Giovanni Pacifici, Stefano Piergiovanni, Sergio Silvestrelli, Natalino Silvestrelli, Mario Tartamelli per aver prestato la mano d’opera; e le ditte Raniero Ziri, Florim Ademi, Carlo Proietti per la fornitura di alcuni materiali e mezzi. Si ringrazia il Comune di Amelia, in particolar modo l’ingegner Servi che ha redatto il progetto. Nei prossimi giorni sarà affissa una targa ricordo con i nomi di coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera. Chi volesse versare un contributo, può farlo. In questa occasione mi fa piacere rivolgere un particolare ringraziamento a Siro Vincenzini, Natale Ippoliti e Carlo Consonni con i quali nel 2009 organizzammo un piccolo comitato che si occupò di creare un fondo proveniente dal contributo del taglio del bosco comunale. Infine, ma non  ultimo, ringrazio Don Mario per la sua costante disponibilità.

inaugurazione_edicola_santa_cristina