Archivi tag: Santa Cristina

Resoconto della Festa di Santa Cristina 2019

Come è consuetudine da più secoli, il 24 luglio di ogni anno il paese festeggia questa Santa del primo cristianesimo, rinnovando una devozione che nel tempo non è mai venuta meno. E’ un giorno particolare, in cui anche paesani non residenti onorano la Patrona, giungendo dai luoghi più diversi. L’affollatissima processione (organizzata dal Consiglio Pastorale e dalle Confraternite del Ss. Sacramento e di Santa Cristina) che ha accompagnato la statua della Santa, dalle chiesa parrocchiale a quella a Lei dedicata, ne è stata l’ennesima conferma.
La festa laica, organizzata dalla locale Pro Loco nei giorni precedenti a quella religiosa, si è svolta lungo il giro di ronda delle mura castellane e al belvedere del Pincio.
Vari intrattenimenti musicali hanno animato le caratteristiche piazzette, ma chi ha fatto veramente da padrone, sono stati il magnifico panorama, l’eccellente cucina e gli artistici addobbi.
Particolare rilevanza hanno avuto due eventi culturali veramente inediti per il nostro paese.

Il primo è stata la presentazione di un grande lavoro editoriale: “Il Comune di Porchiano del Monte – Fonti per la storia”.
E’ un accurato riordino e inventariazione dei documenti del vecchio archivio storico del soppresso Comune di Porchiano, che confluì in quello di Amelia nel 1876, a seguito della Legge 2248 del 20 aprile 1865 del nuovo Regno d’Italia, mirando ad una radicale semplificazione amministrativa.
Questo grande lavoro di riordino è stato finanziato dal Ministero dei Beni Culturali e da altri fondi di bilancio, che le varie amministrazioni del Comune di Amelia hanno accantonato nel tempo. La pubblicazoine del testo, che si compone in 262 pagine, è stata finanziata dalla Pro Loco. Prezioso è stato l’interessamento del vice presidente Luciano Renzi, che ha seguito la realizazzione del progetto spendendo pazienza e costanza. Il testo è stato curato da Massimiliano Bardani e Emilio Lucci, con la supervisione della Soprintendenza di Perugia e del Centro Studi Storici di Terni. Alla tavola rotonda di presentazione, olte ai già citati autori, hanno partecipato la professoressa Cristina Ranucci e gli archivisti che hanno curato il riordino e l’inventariazione, Alberto Mezzasoma e Laura Pennoni.
La prima parte del testo riguarda la cronologia storica delle vicende comunali; la seconda, varie catalogazioni a tema che permetteranno, a chi volesse cimentarsi in approfondimenti, una facile guida.

Il secondo evento, è la presentazione del restauro della pala “Madonna Assunta con Angeli”, che ha sempre fatto parte del nostro patrimonio parrocchiale. L’opera risalente al 1470 circa, attribuita al “magister” Nicola, identificato nel “Maestro del Trittico di Chia”, è stata completamente restaurata grazie alla Fondazione Carit, a cui va la nostra immensa riconoscenza. E’ stata presentata al pubblico per la prima volta, nella mostra titolata “Presenze artistiche in Umbria tra il ‘300 e il ‘500” che la stessa Fondazione ha organizzato presso la propria sede di Terni, dal 7 dicembre 2018 al 24 febbraio 2019. Preziosa è stata la collaborazione di don Claudio Bosi, responsabile della sezione Beni Culturali Ecclesiastici della diocesi Terni Narni Amelia. Il restauro della parte lignea è stato affidato ad uno dei massimi esperti mondiali, Roberto Saccuman; quello della tempera alle abile mani di Simone Deturres, al quale va la nostra gratitudine per aver segnalato alla Fondazione il nostro tesoro.

Due eventi che hanno fatto conoscere ed hanno permesso di restituire alla comunità di Porchiano del Monte gran parte della sua memoria storica.
Coltivo la fondata speranza, che a questi eventi seguano altri, e come conclude Mario Squadroni nella sua prefazione al testo, “Mi auguro che i giovani e gli adulti trovino, in questi contributi, motivi per apprezzare di più la terra di Porchiano”.

“Il Comune di Porchiano del Monte – Fonti per la storia”, è disponibile presso la Pro Loco.
“Presenze artistiche in Umbria tra il ‘300 e il ‘500” è reperibile gratuitamente presso la sede della Fondazione Carit.

(Articolo di Aldo Perelli, pubblicato su Il Banditore di Amelia di settembre 2019, trascritto da Marcello Paolocci)

Santa Cristina – maggio 2019

Le campanule in fiore tra i vicoli di Porchiano, ci ricordano che tra pochi giorni è la festa di Santa Cristina!

Ecco il programma organizzato in collaborazione tra la Parrocchia, la Pro Loco, e la Confraternita di Santa Cristina:

10 maggio 2019

  • Ore 11.00 Santa Messa presso la Chiesa di Santa Cristina (verranno ricordati i giovani defunti della Parrocchia).
  • Ore 18.00 Santa Messa solenne presso la Chiesa parrocchiale (animata dal Coro e dai ragazzi del Catechismo)
  • A seguire, solenne processione accompagnata dalla Banda della Teverina.

E poi… Terza edizione del concorso “Un dolce per Santa Cristina”! Partecipa con il tuo dolce preferito. Il regolamento qui.

Santa Cristina – Maggio 2018

Le campanule in fiore tra i vicoli di Porchiano, ci ricordano che tra pochi giorni è la festa di Santa Cristina. La Parrocchia, in collaborazione con la Pro Loco, ha organizzato questi eventi:

Giovedì 10 maggio 2018

  • 11.00 presso la Chiesa di Santa Cristina, celebrazione della Messa.
  • 18.00 presso la Chiesa Parrocchiale, celebrazione della Messa e a seguire processione accompagnata dalla Banda della Teverina.
  • Al termine della processione, premiazione dei dolci nell’ambito della gara “Un dolce per Cristina”, e momento conviviale. I dolci vanno consegnati entro le 15.00 di giovedì 10 maggio.

Venerdì 11 maggio 2018

  • 18.00 presso la Chiesa di Sant’Antimo, celebrazione della Messa.
  • Al termine della Messa, saremo allietati dalla Banda della Teverina e da un piccolo rinfresco. Chi avesse problemi a raggiungere la Chiesa di Sant’Antimo, può contattare gli organizzatori per un eventuale trasporto.

Siete tutti invitati per condividere con gioia queste feste.

A Santa Cristina l’ultimo saluto a Silvia

Si svolgeranno mercoledì 23 agosto, alle ore diciassette, presso la chiesa di Santa Cristina, i funerali di Silvia Barcherini, la giovane mamma venuta a mancare poche ore dopo aver dato alla luce il suo bambino. In queste ore presso la stessa chiesa è aperta la camera ardente.
I familiari di Silvia per lei hanno chiesto non fiori, ma offerte da devolvere in beneficenza.
L’intera comunità di Porchiano del Monte si stringe affettuosamente ai suoi cari colpiti da questo immenso dolore.

Successo per la festa di Santa Cristina

Si sono conclusi ieri, con la tradizionale processione accompagnata dalla banda e la successiva degustazione di cresciola tipica porchianese, i festeggiamenti per Santa Cristina. Il bilancio di quest’anno è certamente positivo, come attestano i numerosi commenti dei visitatori che anche nei social hanno voluto complimentarsi con l’organizzazione della Pro Loco. Rispetto agli anni passati quest’ultima ha aumentato gli sforzi per realizzare eventi anche all’interno del centro storico, ricevendone il gradimento dei partecipanti.
Non era una sfida facile: da una parte la “Direttiva Gabrielli” che alla luce dei fatti di Torino richiede a chi organizza questo genere di manifestazioni una serie di precisi accorgimenti per la sicurezza, dall’altra il budget limitato che una piccola frazione come Porchiano del Monte può vantare. Ma il volontariato fa miracoli e quindi tutto è andato per il verso giusto.
Particolarmente apprezzati venerdì la proiezione del film nella affascinante piazzetta a fianco del vecchio frantoio, e tutte le iniziative sia gastronomiche sia musicali che si sono svolte nel pomeriggio e nella serata di domenica, anche in giardini privati abitualmente chiusi al pubblico.
Archiviata questa manifestazione, proseguiranno per le prossime settimane anche tutte le altre iniziative dell’estate porchianese.

Sottoscrizione volontaria – Luglio 2017

Nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Santa Cristina, che avranno luogo a Porchiano dal 21 al 24 luglio 2017, è prevista anche una sottoscrizione volontaria, i cui numeri vincenti verranno estratti domenica 23 luglio alle ore ventitré. I biglietti costano due euro, e sono acquistabili già ora in varie botteghe del paese e poi anche durante la manifestazione. E’ importante partecipare a questa sottoscrizione, perché i proventi servono alla Pro Loco per portare avanti tutte le iniziative dedicate a Porchiano, le quali richiedono non solo il tempo e la fatica dei volontari, ma talvolta anche delle spese piuttosto ingenti. Un modo quindi simpatico e per niente costoso (l’unione fa la forza!) per contribuire finanziariamente alla locale associazione per lo sviluppo del territorio, che opera ininterrottamente dal 1979.
Ecco l’elenco dei premi in palio: 1) condizionatore portatile Slimmy; 2) macchinetta per caffè Nespresso; 3) Raclette con griglia elettrica; 4) forno elettrico da 25 lt; 5) buono acquisto carburante da 50 euro; 6) rasoio elettrico.
I numeri estratti verranno pubblicati qua sotto. Buona fortuna!

1) 738
2) 516
3) 96
4) 626
5) 777
6) 773

Festa di Santa Cristina – Luglio 2017

Ecco il programma civile e religioso della festa di luglio di quest’anno.

Venerdì 21 luglio

  • ore 21.30 Cinema sotto le Stelle: proiezione di un film nella piazzetta sopra la vecchia fontana.

Sabato 22 luglio

  • ore 20.00 Apertura stand gastronomico presso il Parco Mattia, con pizza ed altre specialità.
  • ore 22.00 Tribù Nahars in concerto.

Domenica 23 luglio

  • Dalle ore 18.00 Festa intorno alle mura: musica, danze popolari e street food.
  • Ore 18.00 Piazza III novembre, Street Band Suonatori Stradali Indipendenti apriranno la serata in piazza e si muoveranno intorno alle mura facendo da cornice all’apertura del percorso gastronomico.
  • Dalle ore 19.00 Pizzica con il gruppo “Cori Pizzicati”, piano bar con “Luca e Monica” e live music con Clyto Band.
  • Ore 23.00 Estrazione lotteria.

Lunedì 24 luglio

  • Ore 17.00 Concerto Banda Musicale Teverina in piazzetta San Simeone.
  • Ore 18.00 Santa Messa presso la Chiesa Parrocchiale a cui farà seguito la Processione accompagnata dalla Banda Teverina.
  • Ore 20.00 Cresciola tipica Porchianese, presso il piazzale antistante Villa Serena.

Sant’Antimo, fede e convivialità

Giovedì 11 maggio 2017, alle ore diciotto, presso la deliziosa chiesetta rurale di Sant’Antimo, si svolgerà la Santa Messa. A seguire, un momento di convivialità, con panini e bibite, allietato dalla presenza della Banda Musicale della Teverina. Il tutto organizzato dalla Parrocchia di San Simeone e dalla Pro Loco.
E’ senz’altro un’occasione utile per visitare questa chiesetta, che ancora molte persone non conoscono.  Costruita probabilmente alla fine del dodicesimo secolo, o subito dopo, la si raggiunge facilmente attraverso un sentiero nel bosco, in località Bonello, passando dalla strada di Marcinano, a valle del paese. Ha una tipica facciata con due finestrelle ai lati dell’entrata, e un’abside di tipo romanico. Fu probabilmente costruita riutilizzando materiali di qualche edificio vicino. Sul portale vi è una iscrizione di difficile interpretazione.*
L’interno è oggi spoglio, ma l’altare è ancora decorato, e resti di affreschi si vedono nelle pareti. La foto di quest’articolo è di Silvio Sorcini.

* Ringrazio il sig. Pietro che nei commenti all’articolo ha scritto questo:

L’iscrizione sul portale dice:
“DIE ABR[E]LES 1440 (Giorno di aprile 1440). Il tratto mediano della E è omesso, come accade spesso nelle scritture informali. Comunque si tratta di una persona che evidentemente aveva poca confidenza con la scrittura, possibile immaginare un manovale, il capomastro, uno che ha fatto quel pezzo di muratura.

Le campanule di Porchiano

Sono un genere di piante erbacee, spesso perenni, di cui nella sola Italia se ne contano centinaia di specie diverse, per lo più spontanee. La loro impollinazione avviene per mezzo degli insetti, le api (come quella che si vede nella foto qui sopra), oppure anche le farfalle, comprese quelle notturne. A Porchiano sono molto amate, non solo per la loro bellezza, ma anche perché crescono tranquillamente in mezzo ai sassi delle case e lungo i bordi dei vicoli. Ma c’è un altro motivo che le rende particolarmente care a tutti i porchianesi: la loro fioritura inizia generalmente nei giorni che precedono la festa di maggio di Santa Cristina (il dieci del mese) e quindi sono particolarmente indicate per abbellire tutto il borgo. Fare una passeggiata fra le sue stradine, in questi giorni, è un’emozione continua nell’ammirare la bellezza di questi fiorellini.