Archivi tag: mura

Come a Montmartre

La deliziosa collina parigina è famosa anche per la sua vigna, unica in tutta la città, meta non solo di appassionati di vino ma di tutti quelli che hanno a cuore la storia. Nel Medioevo Montmartre era ricoperta di vigneti, e questo è l’unico rimasto.

Anche Porchiano,  nel suo piccolo, può vantare un vigneto all’interno delle mura, che produce ottimi grappoli d’uva, come quello fotografato nei giorni scorsi. E’ una paragone azzardato? Senz’altro, ma è una delle tante cose belle e caratteristiche di questo borgo, che merita una visita in queste splendide giornate d’autunno. (MP)

Mura senza erbacce

Nei giorni scorsi, personale del Comune di Amelia, su indicazioni dell’Assessore Avio Proietti Scorsoni, ha provveduto a pulire un tratto delle mura di Porchiano, lato ovest, dalle erbacce che ormai da tempo le deturpavano. Il risultato è senz’altro positivo, e fa ben sperare che prossimamente vengano anche effettuati interventi strutturali nei punti dove esse sono pericolanti. Interventi ormai non più procrastinabili, per questioni di sicurezza. Le mura di Porchiano sono famose per la loro bellezza, e dalla strada che le percorre lungo tutto l’anello, si possono ammirare delle albe e dei tramonti spettacolari.

Porchiano e il decoro

In un post pubblicato il 15 luglio su Facebook, l’Assessore al Decoro Urbano del Comune di Amelia, Avio Proietti Scorsoni, ha risposto alle critiche che nelle ultime settimane erano state avanzate sullo stato di manutenzione delle mura di Porchiano e di altre situazioni critiche.
Lo riportiamo integralmente.
“Porchiano accusa un degrado notevole, è vero, ma simile e a quello delle altre frazioni, posso dirlo poiché le ho visitate tutte.
Certamente, come le altre, non lo merita perché è un borgo bellissimo, dove operano anche attività rivolte al sociale con ammirevole impegno.
Tale incresciosa situazione però viene da lontano, poiché da anni sono state trascurate le normali e quotidiane operazioni di ordinaria manutenzione che hanno fatto diventare gravi le cose che ieri erano lievi e questo vale anche per Amelia.
Le bellissime mura di Porchiano sembrano un orto botanico verticale con cespugli e alberi che fuoriescono dalle pietre allentate, è tale lo spessore del tronco di un albero di fichi che di certo non è li da pochi anni.
Oltre al taglio dell’erba e allo spazzamento che lo stiamo facendo compatibilemente alle ns possibilità, stiamo mettendo in piedi una serie di interventi, modesti, che dovranno impedire la progressiva erosione delle mura, in attesa di poter eseguire interventi più consistenti. Anche la Diocesi per i propri immobili, si è impegnata ad eseguire alcuni lavori.
D’altro canto c’è da dire che il centro storico di Porchiano, abitato da poche persone, ha estese superfici a verde e numerose vie che richiedono maggiore impegno.
Con le poche risorse a disposizione, molte delle quali le dobbiamo utilizzare per ripianare i debiti, per il momento non possiamo fare di più né per le frazioni né per Amelia.
Ma per quanto mi riguarda non trascurerò mai, coscientemente, nessuna frazione compresa quella dove abito, per motivi diversi da quelli esposti.

La fontana

Una poesia di Maria Luigia Grisci.

Narravi muta
di acqua che canta
di fatiche lavate da povere vite
di panni battuti poi torti
di quotidiani affannosi pensieri
di noi che ci raccontavamo sogni
o favole
di pensieri bambini
al profumo di sapone.
Narravi muta
Di sudori vestiti di stracci
Di piedi tra il fango
Di storie ascoltate e vissute
Di trame di tela intessute ad avvolgere dignità antiche
Di omeri carichi e salite
Di mura che accolgono odori
Di passi veloci tra pietre roventi.
Da un lavatoio antico
L’acqua, non la memoria scorre via
E’ presente e futuro
Per i nostri figli
Che non sanno.