YogAmelia… a Porchiano

Nell’ambito di YogAmelia, la manifestazione che si svolge dal 19 al 25 giugno 2017, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e che è occasione di incontro per scoprire e condividere la pratica dello Yoga nelle sue molteplici forme, due eventi si terranno a Porchiano, e più precisamente in località Palliccio. Venerdì 23, alle ore diciotto, e sabato 24, alle ore otto e trenta, si potrà praticare Ashtanga Vinyasa Yoga con Federica Silvestrelli.
Questa versione dello Yoga è un antico metodo caratterizzato da una sequenza di posizioni concatenate fra loro e sincronizzate con il respiro. La sincronia/unione fra movimento e respiro prende il nome di “Vinyasa”.
Per informazioni e prenotazioni, telefonare al numero 339 3794996. L’iniziativa è gratuita ed è rivolta anche ai principianti.

A Porchiano cena per l’AUCC

Mangiare la pizza nel fresco del bosco è sempre un piacere, ma quando facendolo si contribuisce anche ad una giusta causa, il piacere raddoppia.
Giovedì 22 giugno 2017, alle ore diciannove e trenta, presso il Parco Mattia, pizzettata per sostenere l’assistenza domiciliare ai malati oncologici, organizzata dalla sezione amerina dell’Associazione Umbra per la Lotta Contro il Cancro. Una Onlus che dal 1985 nella nostra regione combatte la battaglia contro il cancro garantendo assistenza gratuita di tipo socio-sanitario alle persone colpite da patologia oncologica e alle loro famiglie, finanziando la ricerca scientifica sul cancro e promuovendo la cultura della prevenzione.
Per informazioni e prenotazioni telefonare ai numeri 333 7251417 – 342 9207764.

VII Memorial Leonardo Ippoliti

Sabato 17 giugno 2017, a partire dalle ore quattordici, presso i campi sportivi a lui dedicati, a Porchiano del Monte, si terrà la settima edizione del Memorial Leonardo Ippoliti, torneo di ruzzolone per le categorie A, B e C. L’evento è ormai diventato un classico nel calendario di questa disciplina sportiva, uno dei giochi popolari più diffusi fra quelli tutelati dalla Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali. Lo si pratica utilizzando un cilindro di legno che viene avvolto da un nastro e lanciato lungo un percorso. Fino a qualche anno fa era uno spettacolo abbastanza consueto quello di vedere giocatori lungo le strade bianche impegnati in questa attività. Oggi lo si pratica per lo più in circuiti espressamente dedicati, come quello che si trova nella zona degli impianti sportivi di Porchiano. Leonardo Ippoliti, scomparso tragicamente in seguito ad un infortunio sul lavoro, era un campione di ruzzolone ed i suoi amici, riuniti nell’associazione “Noi Amici per Leo” ne perpetuano il ricordo organizzando fra le altre cose anche questa interessante manifestazione. Sabato sarà disponibile anche uno stand con panini e bibite. Una bella occasione per trascorre il sabato pomeriggio nella frescura del bosco attorno a Porchiano.

Race for the Cure Roma 2017: Porchiano c’è!

Anche quest’anno, come l’anno scorso, un nutrito gruppo di donne porchianesi di tutte le età ha partecipato a Roma alla diciottesima edizione di Race for the Cure, la manifestazione che si svolge in diverse città del mondo per sensibilizzare le persone alla lotta contro i tumori al seno. I tre giorni di iniziative si sono conclusi con la tradizionale corsa della domenica, con la presenza delle Donne in Rosa, “donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che, per dimostrare un atteggiamento positivo con cui si confrontano con la malattia, scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa.”.
A tutti coloro che si trovano ad affrontare momenti di difficoltà a causa di questa ed altre malattie, va il sostegno e l’abbraccio affettuoso di tutta la comunità porchianese.

Pizzica e Spizzica a Palliccio

Sabato 13 maggio, presso la foresteria del Sentiero di Palliccio, dalle ore sedici e trenta, nuova iniziativa di solidarietà dedicata all’orfanotrofio Sonrisa in Nepal, la struttura che accoglie bambini orfani a Kathmandu e che da alcuni anni ha una sorta di gemellaggio con Porchiano del Monte. Questa volta si tratta di un pomeriggio dedicato alla pratica della Pizzica, il ballo tradizionale salentino che ormai ha valicato i confini della Puglia per essere apprezzato dappertutto. Grazie alla collaborazione con il gruppo Cori Pizzicati a partire dalle sedici e trenta si terrà una lezione/workshop di passi base di Pizzica, tenuta da Giulia (il contributo richiesto è di 5 euro); alle diciotto e trenta una Spizzicata, cioè un buffet/aperitivo e a seguire i Cori Pizzicati, uno spettacolo in cui poi balleremo tutti insieme. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto all’orfanotrofio Sonrisa.
Per informazioni chiamare Federica 339 3794996 oppure Manuela 349 6728931.
Per prenotare la lezione di Pizzica, chiamare Giulia 340 2160021. E’ opportuno calzare scarpe basse e portare un bel foulard!
Se qualcuno vuole portare qualcosa per il buffet, è cosa gradita! Ma che sia per non più di sei o sette persone, altrimenti c’è il rischio di sprecare. Vi chiediamo gentilmente di portare soltanto cose vegetariane o vegan, grazie.
Si consiglia di lasciare l’auto lungo la Provinciale, all’ingresso del Sentiero di Palliccio, avendo cura di non intralciare il traffico. E’ consigliato portarsi dietro una torcia per muoversi quando farà buio.

Sant’Antimo, fede e convivialità

Giovedì 11 maggio 2017, alle ore diciotto, presso la deliziosa chiesetta rurale di Sant’Antimo, si svolgerà la Santa Messa. A seguire, un momento di convivialità, con panini e bibite, allietato dalla presenza della Banda Musicale della Teverina. Il tutto organizzato dalla Parrocchia di San Simeone e dalla Pro Loco.
E’ senz’altro un’occasione utile per visitare questa chiesetta, che ancora molte persone non conoscono.  Costruita probabilmente alla fine del dodicesimo secolo, o subito dopo, la si raggiunge facilmente attraverso un sentiero nel bosco, in località Bonello, passando dalla strada di Marcinano, a valle del paese. Ha una tipica facciata con due finestrelle ai lati dell’entrata, e un’abside di tipo romanico. Fu probabilmente costruita riutilizzando materiali di qualche edificio vicino. Sul portale vi è una iscrizione di difficile interpretazione.*
L’interno è oggi spoglio, ma l’altare è ancora decorato, e resti di affreschi si vedono nelle pareti. La foto di quest’articolo è di Silvio Sorcini.

* Ringrazio il sig. Pietro che nei commenti all’articolo ha scritto questo:

L’iscrizione sul portale dice:
“DIE ABR[E]LES 1440 (Giorno di aprile 1440). Il tratto mediano della E è omesso, come accade spesso nelle scritture informali. Comunque si tratta di una persona che evidentemente aveva poca confidenza con la scrittura, possibile immaginare un manovale, il capomastro, uno che ha fatto quel pezzo di muratura.

Le campanule di Porchiano

Sono un genere di piante erbacee, spesso perenni, di cui nella sola Italia se ne contano centinaia di specie diverse, per lo più spontanee. La loro impollinazione avviene per mezzo degli insetti, le api (come quella che si vede nella foto qui sopra), oppure anche le farfalle, comprese quelle notturne. A Porchiano sono molto amate, non solo per la loro bellezza, ma anche perché crescono tranquillamente in mezzo ai sassi delle case e lungo i bordi dei vicoli. Ma c’è un altro motivo che le rende particolarmente care a tutti i porchianesi: la loro fioritura inizia generalmente nei giorni che precedono la festa di maggio di Santa Cristina (il dieci del mese) e quindi sono particolarmente indicate per abbellire tutto il borgo. Fare una passeggiata fra le sue stradine, in questi giorni, è un’emozione continua nell’ammirare la bellezza di questi fiorellini.